Alla radice della dipendenza, di Verena Ottaviano, in storiequalunque.com/

STORIE QUALUNQUE - Rocco Carta

103787609_269231127658308_5844147146127021132_n

Pubblico e condivido questo articolo e questa interessante riflessione sulle dipendenze, scritto da un’ottima collega educatrice, ringraziandola per avermelo fatto leggere e avermi dato la possibilità di condividerlo sul blog. Buona lettura!

Di Verena Ottaviano

Il professor Peter Cohen sostiene che gli esseri umani abbiano una profonda necessità di formare legami ed entrare in contatto gli uni con gli altri. È così che ci gratifichiamo. Se non siamo in grado di entrare in contatto con gli altri, entreremo in contatto con qualsiasi altra cosa: il suono di una roulette che gira, o l’ago di una siringa. Lui è convinto che dovremmo smettere di parlare di dipendenza e chiamarla piuttosto legame. Una persona dipendente si lega alla sostanza perché non è stata in grado di legare in modo altrettanto forte con nient’altro, ragion per cui il contrario della dipendenza non è la sobrietà, ma il contatto umano.

Il filo rosso che…

View original post 946 altre parole

Lascia un Commento se vuoi contribuire al contenuto della informazione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.