Se vince il Sì, il centro-destra avrà la meglio in parlamento, 1 sett 2020


Stando a un dossier dell’istituto Cattaneo, se al referendum dovesse vincere il sì il centro-destra sarebbe avanti in entrambe le Camere. «Una simulazione prevede la soglia di sbarramento al 5 per cento, un’altra la soglia al 3 […]. In ciascuno di questi scenari il centrodestra avrebbe la maggioranza. Sarebbe più netta con lo sbarramento al 5 per cento: Salvini e gli alleati avrebbero 217 deputati su un totale di 391 e 108 senatori su 195 (non vengono considerati gli eletti all’estero e in Valle d’Aosta). Sempre con la soglia al 5, ma con l’alleanza fra Iv, Azione e +Europa a rosicchiare seggi, la maggioranza scenderebbe a quota 202 alla Camera e a 102 al Senato. Con la soglia fissata al 3 per cento, i numeri del centrodestra sarebbero risicati: 198 seggi su 391 a Montecitorio e 105 su 195 a Palazzo Madama» [Lauria, Rep].
Stando a un sondaggio di Nando Pagnoncelli nelle Marche, con il 28% di gradimento, il candidato di centro-destra ha 3 punti di vantaggio sul democratico Maurizio Mangialardi al 25%. Fermo al 9% il grillino Gian Mario Mercorelli [Pagnoncelli, Cds]. In Toscana è testa a testa fra il candidato di centrosinistra Eugenio Giani (con il 43,0%) e la candidata di centrodestra Susanna Ceccardi (con il 42,5%) [D’Alimonte, Sole].

Lascia un Commento se vuoi contribuire al contenuto della informazione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.