Il piano europeo sui migranti, 24 sett 2020


Dopo cinque anni di trattative e contrasti, alla presidente della commissione europea Ursula von der Leyen è bastato un discorso di quattro minuti per presentare il nuovo e attesissimo piano europeo sui migranti. Il piano contiene una proposta per modificare il Regolamento di Dublino, il collo di bottiglia legislativo che trattiene in Italia, in Grecia e in Spagna migliaia di migranti che arrivano via mare. Il patto non prevede i trasferimenti obbligatori verso gli altri Paesi dell’Ue, come invece era stato richiesto dal governo italiano. Ma dà agli stati la possibilità di decidere se accogliere i migranti sbarcati altrove o se finanziare il loro rimpatrio. «In sostanza, la nuova proposta punta a condividere lo sforzo sui rimpatri più che sull’accoglienza: la Commissione si è giustificata spiegando che al momento a circa due terzi dei richiedenti asilo che entrano in territorio europeo viene negata la possibilità di rimanerci legalmente. La Commissione non lo dice, ma in diversi paesi l’alto tasso di diniego è dovuto a pressioni dirette e indirette da parte della politica per accogliere meno richieste possibili, come del resto è successo in Italia nel periodo dei cosiddetti “decreti sicurezza”» [il Post]. Scrive D’Argenio su Rep: «Ora la proposta deve essere approvata dalle capitali in quello che si preannuncia come un durissimo negoziato con l’Unione spaccata tra i paesi mediterranei e coloro che li sostengono nella richiesta di solidarietà e il blocco dell’Europa centro-orientale contrario alla cooperazione composto dai Visegrád, baltici e Austria». E infatti Vienna ha fatto sapere di non condividere la proposta e Praga rifiuta qualsiasi redistribuzione obbligatoria.

Lascia un Commento se vuoi contribuire al contenuto della informazione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.