Pedagogia speciale, famiglie e territori. Sfide e prospettive – FrancoAngeli, 2022

Il volume raccoglie i contributi di alcuni studiosi della Società Italiana di Pedagogia Speciale (SIPeS) che da tempo conducono i loro studi nell’ambito della Pedagogia speciale e della Didattica speciale e che, in questo testo, condividono con la comunità riflessioni e proposte in merito alle attuali sfide e prospettive che la Pedagogia speciale oggi deve affrontare nel riflettere su nuove reti per l’inclusione.

Presentazione del volume

La Pedagogia speciale ha da tempo dimostrato la sua capacità di dialogare con le altre discipline e di anticipare le sfide educative dei diversi territori nazionali e internazionali. Le curatrici di questo volume pongono al centro di questa nuova riflessione il binomio famiglie e territori, fornendo diverse chiavi di lettura grazie ai molti contributi che, da differenti angolazioni, affrontano le variegate criticità pedagogiche e, allo stesso tempo, propongono strade percorribili e potenziali per nuovi scenari inclusivi. Il volume raccoglie i contributi di colleghe e colleghi della Società Italiana di Pedagogia Speciale (SIPeS) che da tempo conducono i loro studi nell’ambito della Pedagogia speciale e della Didattica speciale e che, in questo specifico volume, condividono con la comunità riflessioni e proposte in merito alle attuali sfide e prospettive che la Pedagogia speciale oggi deve affrontare nel riflettere su nuove reti per l’inclusione.

Roberta Caldin, professore ordinario di Pedagogia speciale, è stata direttrice del Dipartimento di Scienze dell’educazione dell’Università di Bologna, dove è stata anche presidente della Scuola di Psicologia e Scienze della formazione. È stata presidente della Società Italiana di Pedagogia Speciale dal 2017 al 2020, membro della commissione consultiva della Scuola Universitaria Professionale della Svizzera Italiana dal 2011 al 2020 e membro del comitato tecnico-scientifico dell’Osservatorio nazionale sulla condizione delle persone con disabilità del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. I suoi interessi di ricerca riguardano, nello specifico, i processi inclusivi e i contesti facilitanti nelle situazioni di disabilità; dedica particolare attenzione anche ai temi della marginalità e della detenzione. Per queste aree di ricerca ha al suo attivo numerose pubblicazioni.

Catia Giaconi è professore ordinario di Pedagogia e didattica speciale presso l’Università degli Studi di Macerata. È vicepresidente della Società Italiana di Pedagogia Speciale, vicepresidente del centro TincTec e responsabile scientifica di collane editoriali in Italia e in Brasile. Ha pubblicato diversi volumi e articoli in riviste nazionali e internazionali. I suoi maggiori interessi di ricerca sono rivolti alla presa in carico delle persone con disabilità in età adulta, alla formazione degli insegnanti, degli educatori e dei pedagogisti.

Indice

Roberta Caldin, Catia Giaconi, Introduzione
Giombattista Amenta, Comportamenti oppositivi e inclusione. Analisi dei processi e proposte per l’intervento
Paola Damiani, Filippo Gomez Paloma, Il Piano Didattico Personalizzato (PDP) come “strumento per l’inclusione” tra rischi e potenzialità per scuole e famiglie
Antonello Mura, Antioco Luigi Zurru, Orientamento formativo: costruire “plausibili realtà” nel dialogo tra docenti e famiglie
Cláudia Rodrigues de Freitas, Ilaria Tatulli, Famiglie e servizi specializzati: associazioni, movimenti istituenti e processi di inclusione in Brasile
Fabio Bocci, Ines Guerini, Lavoro e disabilità. Questioni e considerazioni nella prospettiva della Pedagogia Speciale
Luca Decembrotto, La condizione dei detenuti con disabilità: “nuovi sviluppi”
Annalisa Morganti, Una road map per la scuola inclusiva: interventi educativi schoolwide
Andrea Fiorucci, Il contributo delle tecnologie nelle attività di sostegno didattico agli alunni con disabilità. Le percezioni di un gruppo di docenti in formazione
Luca Ferrari, Stefano D’Ambrosio, Online Learning per l’educazione permanente. Un’opportunità per tutti?
Moira Sannipoli, Contesti scolastici e domiciliari: suggestioni sulle professioni educative e possibili risonanze inclusive
Enrico Angelo Emili, Accettazione della sintesi vocale e degli strumenti compensativi tecnologici a scuola: riflessioni pedagogiche
Tommaso Fratini, Una nota sui processi di stigmatizzazione
Vito Minoia, Contaminazioni positive in educazione tra teatro, disabilità e carcere
Chiara Gemma, Vincenzo Cafagna, Tra sfide e scelte: il coraggio di una vita indipendente. Buone prassi ed esperienze narrative in Europa
Serenella Besio, Humanising Technology. Le tecnologie assistive sulla soglia dell’età anziana
Catia Giaconi, Roberta Caldin, Ilaria D’Angelo, Noemi Del Bianco, Simone Aparecida Capellini,
Le famiglie e le sfide nella crescita di figli con disabilità: il contributo della Pedagogia Speciale
L’inclusione come viaggio nel mondo
Lucia de Anna, Metodologia di ricerca, Cooperazione Internazionale e Tecnologie “Ricerca e Formazione”.

vai a

Pedagogia speciale, famiglie e territori Sfide e prospettive – FrancoAngeli

Lascia un Commento se vuoi contribuire al contenuto della informazione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.