Apertura dell’anno Giudiziario della Corte dei Conti, febbraio 2010

Non si attivano in particolare i necessari “anticorpi interni”. In questi termini durante la cerimonia di apertura dell’anno Giudiziario della Corte dei Conti è stata denunciata la corruzione pubblica: una ”patologia” che ”resta tuttora grave” e che, anzi, nel 2009 ha fatto registrare un aumento di denunce alla Guardia di Finanza del 229% rispetto all’anno precedente. E’ da aggiungere inoltre un incremento del 153% per fatti di concussione.

Anche sulla protezione civile “ci dovrebbe essere un controllo reale, che servirebbe a far funzionare meglio la stessa Protezione civile. Se non c’e’ controllo si può dire qualsiasi cosa. Invece più si allarga l’area del controllo più si restringe il campo del giudizio penale”. Le affermazioni sono del presidente della Corte dei Conti, Tullio Lazzaro, precisando in particolare che sui lavori del G8 alla Maddalena ”era stato richiesto il controllo della Corte dei conti su due soli contratti iniziali”. I magistrati contabili hanno ribadito che praticamente ”ora il controllo e’ possibile a cose fatte, invece ci dovrebbe essere un controllo reale sia nell’interesse del cittadino che del potere politico”.

Il procuratore generale della  Corte dei Conti, Mario Ristuccia, ha sottolineato anche  le ”spese inutili” e i ”fenomeni particolari di mala gestione” che interessano il settore della sanita’. Sono stati evidenziati degli esempi di cattiva gestione nella sanità: ”inefficienti e costosi programmi di screening anti-tumorale’‘, casi dove ‘l’assistenza odontoiatrica inesistente, ”eccessive prescrizioni di farmaci ovvero falsità delle stesse o di loro sostanziale inutilità” fino a “sconcertanti interventi chirurgici non necessari”.

Si legge, fra l’altro,  nella relazione: “in materia di sanità, oltre a fattispecie di danno per l’erario comuni ad altri enti ed amministrazioni, quali spese inutili, irregolari acquisti di beni e servizi, illegittimi inquadramenti di personale e conferimenti di incarichi e consulenze, si segnalano fenomeni particolari di mala gestione quali inefficienti e costosi programmi di screening anti-tumorale, di assistenza odontoiatrica rivelatasi inesistente (caso delle “dentiere gratuite”), di eccessive prescrizioni di farmaci ovvero di falsità delle stesse o di loro sostanziale inutilità, di sconcertanti interventi chirurgici non necessari”.

Per approfondimenti:

17/2/2010 – Corte dei conti – Inaugurazione dell’anno giudiziario 2010 – Roma, Aula Sezioni Riunite, ore 11,00

1. Relazione del Presidente della Corte dei conti, dott. Tullio Lazzaro

2. Relazione del Procuratore Generale, dott. Mario Ristuccia

Un commento

Lascia un Commento se vuoi contribuire al contenuto della informazione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.