TRAMMA SERGIO, Pedagogia della comunità. Criticità e prospettive educative, FrancoAngeli, 2009, p. 125

<!–

Pedagogia della comunità. Criticità e prospettive educative
Autori e curatori: Sergio Tramma
Collana: I territori dell’educazione
Argomenti: Pedagogia e prospettive dell’educazioneFormazione professionale e degli adultiPedagogia speciale
Livello: Textbook, strumenti didattici. Testi per insegnanti, operatori sociali e sanitari
Dati: pp. 128,   1a ristampa 2010,    1a edizione  2009  (Cod.940.1)
–>

Pedagogia della comunità. Criticità e prospettive educative
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 15,00
Disponibilità: Buona
Codice ISBN 13: 9788856807356

6

Pedagogia della comunità. Criticità e prospettive educative


 

In breve
Un testo che si rivolge anzitutto agli studenti di Scienze della formazione: ad essi chiarisce le forme, l’evoluzione e le dinamiche latenti ed esplicite dell’educazione alla comunità. Un volume prezioso anche per gli operatori: dall’educativa di strada rivolta agli adolescenti alla promozione di associazionismo di vario tipo, dall’intercultura al volontariato in ambito internazionale.
Presentazione del volume

L’interesse nei confronti della comunità si è notevolmente accentuato negli ultimi decenni, in ragione di una serie di fattori: la crisi dello Stato sociale, la ricerca di nuove modalità di partecipazione, il mutato rapporto tra locale globale, l’individualizzazione dei corsi di vita.
Non di rado tuttavia la promozione e/o la riscoperta della comunità si declina in una sorta di localismo amorale: l’arroccamento “comunitario” come modalità di reazione al cospetto dei pericoli (reali o presunti) derivanti dalla globalizzazione e dai processi migratori, i corporativismi territoriali di vario tipo, i rifugi identitari reattivi, la domanda di sicurezza.
Affrontare il tema della comunità significa addentrarsi in un fascio di contraddizioni denso di chiaroscuri, nel quale essa viene assunta talora come soluzione al problema, talaltra come problema essa stessa.
In questo libro, la questione della comunità diventa oggetto d’attenzione pedagogica: sono indagate le forme, l’evoluzione e le dinamiche latenti ed esplicite dell’educazione alla comunità e dell’educazione della comunità; si affrontano inoltre i presupposti e gli orientamenti delle azioni educative territoriali tese a favorire, o a scoraggiare, la promozione, il consolidamento o lo sviluppo di esperienze comunitarie.
Il testo si rivolge a quanti nel loro percorso formativo, professionale e scientifico, incontrano la comunità o sfumature di comunità, sia in forma esplicita nella formazione, nella ricerca o nell’operatività, sia in forma più celata, sottesa, ma non per questo meno agente: dall’educativa di strada rivolta agli adolescenti alla promozione di associazionismo di vario tipo, dall’intercultura al volontariato in ambito internazionale.

Sergio Tramma è professore associato di Pedagogia generale e sociale presso la facoltà di Scienze della formazione dell’Università degli Studi di Milano-Bicocca. Tra le sue recenti pubblicazioni: Dentro e fuori la scuola (con altri), Milano 2008, L’educatore imperfetto Nuova edizione, Roma 2008; Pace e guerra (a cura di), Milano, 2007, Educazione e modernità, Roma 2005.

Indice

Introduzione
Una prima ricognizione attorno al concetto e al significato di comunità
(L’incertezza congenita; Le sintesi possibili)
Gli stimoli dal passato
(Ferdinand Tönnies; Il lascito di Tönnies; Morte e resurrezione della comunità; Max Weber; La persistenza della comunità nella modernità; Le due comunità)
L’attualità del bisogno di comunità
(Le linee di crisi della contemporaneità; La grande crisi dello Stato sociale; Chiedere e offrire “qualcosa in comune”)
La comunità: critica e prospettive di promozione
(I nodi; L’araba fenice; È possibile promuovere comunità?)
Il territorio e la promozione della comunità
(Il territorio contemporaneo; Tracce, residui e attese di comunità; Per dirsi quale comunità; Le strategie di promozione)
L’attenzione pedagogica
(A chi compete promuovere comunità?; Le molte comunità in ambito pedagogico; Prima “se” e “perché”, dopo “cosa” e “come”; Comunità deboli e possibili; Elogio del basso profilo)
Il lavoro educativo “pro” e “contro” la comunità
(La comunità come necessità: la popolazione e la condizione anziana; La comunità dubbia: i giovani;Le (non) comunità delle migrazioni; Le comunità minacciose: L’insicurezza e la sicurezza; La sindrome di NIMBY; Il lato oscuro della comunità: le comunità amorali; Il tempo della comunità)
Conclusioni
Riferimenti bibliografici.

Lascia un Commento se vuoi contribuire al contenuto della informazione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.