Matti da slegare, di Agosti Silvano; Bellocchio M.; Rulli; Petraglia, 1975

Girato in16 mmnel manicomio di Colorno e finanziato dalla provincia di

Parma, è la riduzione di Nessuno o tutti, film documento in due parti (“Tre

storie”, “Matti da slegare”) di 100′ ciascuna, distribuito nel circuito

alternativo di ospedali psichiatrici, scuole, cineclub, circoli politici e culturali.

Non ha pretese scientifiche. Non è – in senso stretto – nemmeno

un’inchiesta, ma piuttosto una testimonianza e una denuncia. La tesi è

racchiusa nel titolo: i malati mentali sono persone “legate” in molti modi e

per diverse cause. Se si vuole curarli (non guarirli, ma almeno impedire

che vengano guastati dai metodi tradizionali) occorre slegarli, liberarli,

reinserirli nella comunità.

Lascia un Commento se vuoi contribuire al contenuto della informazione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.