ANNA FINOCCHIARO – Al Senato giornata storica, ora più vicini a democrazia governante – da Newsletter PD Senato, 22 gennaio 2016

Il superamento del bipolarismo perfetto realizza un’esigenza sentita già dai Costituenti.
Già il 22 dicembre 1947, nell’ultima seduta della Costituente Meuccio Ruini sottolineò la grandezza della prima parte della Costituzione, ma disse che la seconda avrebbe presentato gravi difficoltà per quel bicameralismo perfetto che nasceva dal timore dei due massimi partiti, la Dc e il Pci, che alle elezioni politiche del ì48 uno prevalesse sull’altro.

Questo argomento è stato ripreso poi da tanti costituenti e costituzionalisti.
Negli anni Settanta Mortati si riferì al bicameralismo come ad un ‘problema al quale non può tardarsi a dare soluzione’.

E’ stato questo il problema che ha creato un difetto nel circuito Parlamento-maggioranza-governo e che ha reso i governi deboli e incapaci di essere propulsori per il Paese.

Il tema è il nesso tra giusta rappresentanza e scelte degli esecutivi, la questione della democrazia governante.

Sono queste riflessioni che ci hanno condotto fin qui.

E’ il testo migliore possibile? E’ il miglior frutto della migliore transazione possibile e dunque è la migliore legge possibile.

E dico anche a chi non ha votato questa riforma: la democrazia è prassi e dunque, dal momento dell’approvazione di questa legge e dopo il referendum confermativo, toccherà a ciascuna istituzione di far vivere al meglio il nuovo Senato che stiamo consegnando al Paese quale luogo di integrazione delle varie anime del territorio e fattore di integrazione europea

Clicca qui per scaricare l’infografica
Il provvedimento in pillole

Zanda: Dettata da senso dello Stato e di responsabilità di Pd e della maggioranza
Fedeli: Il voto di oggi conferma l’approccio fortemente riformatore dell’attuale legislatura
Marcucci: E’ un fatto storico
Chiti: Voto sì, adesso testo condivisibile
Valentini: Abbiamo restitutito forza e autorevolezza alla politica
Spilabotte: Dopo anni di chiacchiere e promesse, le riforme finalmente ci sono
Micheloni: Mio sì solo per autonomia della maggioranza
Santini: Ecco perchè la riforma non è centralistica ma rafforza le Regioni
Russo: Vero campione della politica è Sergio Zavoli
Lo Moro: Bene unità del Pd, ora serve legge elettorale per nuovo Senato
Presentato disegno di legge sulle “Norme per l’elezione del Senato”
Pezzopane: Referendum come sfida al cambiamento. E ora in Abruzzo costruiamo i comitati del sì

Lascia un Commento se vuoi contribuire al contenuto della informazione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.