Massimo Recalcati: “Perché Pasolini aveva ragione sui figli del ’68”. rimando al blog rassegnaflp.wordpress.com. Articolo in la Repubblica, 6 ottobre 2018

RASSEGNA FLP: materiali da testate generaliste su Freud, Lacan, la psicoanalisi

Nella celebre lettera “Il Pci ai giovani!” il poeta si schierava dalla parte dei poliziotti. Ma, più che un messaggio reazionario, il suo fu un invito alle nuove generazioni perché riconoscessero il valore delle istituzioni e le facessero proprie

di Massimo Recalcati, la Repubblica, 6 ottobre 2018

«Siete in ritardo figli» , così si rivolgeva Pasolini, da padre, ai giovani contestatori del ’68 nella sua celebre lettera in forma di poesia titolata Il PCI ai giovani! Egli sceglie l’attrito e non la solidarietà compiacente. Non si mette tra quelli che “leccano il culo” ai giovani eroi, ma oppone loro una ferma critica: questi figli assomigliano troppo ai loro padri per innescare un autentico processo rivoluzionario. Lo stesso “occhio cattivo”, la stessa “prepotenza” e la stessa spavalda “sicurezza”. Sappiamo bene, nella battaglia di Valle Giulia, con chi Pasolini decide di schierarsi; non con i figli della borghesia che inneggiano alla rivoluzione…

View original post 101 altre parole

Lascia un Commento se vuoi contribuire al contenuto della informazione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.