i carabinieri del Comando provinciale di Milano garantiranno la scorta a Liliana Segre, 7 novembre 2019

Da oggi, i carabinieri del Comando provinciale di Milano garantiranno la scorta a Liliana Segre. La senatrice a vita verrà seguita e protetta in ogni suo spostamento e uscita pubblica. La decisione è stata presa ieri dopo l’escalation di minacce e lo striscione esposto da Forza Nuova nei dintorni del teatro di via Fezzan, a Milano, dove Liliana Segre incontrava assieme a don Gino Rigoldi cinquecento studenti.

20180125_video_14350069.jpg--

8 novembre 2019:

Il primo giorno sotto scorta di Liliana Segre
Liliana Segre, 89 anni, nel centro di Milano a braccetto di due carabinieri in borghese. È la prima immagine della nuova quotidianità della senatrice a vita dopo la decisione presa mercoledì in base alla quale a scortare una delle ultime superstiti e testimoni della Shoah saranno i militari del Comando provinciale di Milano. Da Roma, a domanda sull’assegnazione della scorta, Matteo Salvini è sembrato voler sminuire gli oltre 200 messaggi di odio che la senatrice riceve quotidianamente: «Anche io ricevo minacce, ogni giorno. Le minacce contro la Segre, contro Salvini, contro chiunque sono gravissime». Di parere opposto Giorgia Meloni: «Se le autorità hanno ritenuto opportuno dare una scorta alla Segre significa che ce n’è bisogno. C’è un problema oggettivo di sicurezza per gli ebrei che vivono nel nostro Paese. Il primo pericolo è il fondamentalismo islamico». Netta poi la denuncia di Efraim Zuroff, direttore del Centro Wiesenthal di Gerusalemme: «È una vergogna per l’Italia che una sopravvissuta alla Shoah di 89 anni sia attaccata in questo modo su internet. È responsabilità del governo fare pressione perché ciò finisca».
Sono 190 i casi di antisemitismo segnalati in Italia negli ultimi 9 mesi. Su 19.952 tweet sugli ebrei scritti in Italia tra marzo e maggio 2019, 15.196 erano a sfondo antisemita. Infine, nel 2018, in Italia sono stati pubblicati 48 volumi con contenuti antisemiti [Rep.].

2 commenti

Lascia un Commento se vuoi contribuire al contenuto della informazione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.