La clinica della formazione. Un’esperienza di ricerca, a cura di Riccardo Massa. Testi di: Dante Bellamio, Massimo Ceriani, Donatella De Vita, Angelo M. Franza, Manuela Lavelli, Paolo Mottana, Maria Grazia Riva – FrancoAngeli, 2004/2021

vai alla scheda dell’editore:

La clinica della formazione. Un’esperienza di ricerca – FrancoAngeli

La “clinica della formazione” è una nuova prospettiva di ricerca e di intervento che si propone di scoprire e di rielaborare i significati impliciti del lavoro formativo. Questi ultimi concernono essenzialmente le dinamiche di processo, i modelli di comprensione, i codici affettivi e soprattutto, i dispositivi educativi che risultano agenti in qualunque situazione formativa.

Essi sono individuati attraverso l’istituzione di un apposito setting di gruppo – o anche la conduzione di colloqui in profondità – in cui la vicenda formativa possa essere di volta in volta narrata, categorizzata, interpretata e ristrutturata sulla base di un complesso quadro teorico di riferimento. Viene così evidenziato un ordine di latenza pedagogica che si rivela nel contempo di natura referenziale, affettiva, cognitiva e procedurale.

La formazione organizzata è dunque considerata tanto sul piano della congruenza, dell’incidenza o della discrepanza tra progettazione e azione formativa, quanto su quello del rapporto tra mondo della formazione e mondo della vita. Il nesso tra composti retorici, rappresentazioni, affetti e apparati simbolici consente in questo modo di riappropriarsi in maniera criticamente consapevole sia degli aspetti vitali della formazione, sia di quelli formativi delle esperienze vissute.

Il percorso metodologico – di particolare originalità – si snoda metaforicamente lungo quattro “stanze”, a partire da “ancoraggi” determinati relativi dapprima a eventi reali interni o esterni, e successivamente a una dimensione proiettiva e fantasmatica. Il volume, tutto incentrato sull’esperienza appassionante di un’autentica avventura intellettuale, esemplifica in concreto una simile pratica e i risultati interpretativi che se ne possono dare. Ma esso delinea inoltre un nuovo profilo epistemologico della pedagogia e dell’idea stessa di formazione.Viene pertanto testimoniata la radicalità culturale e l’inesauribilità ermeneutica che caratterizzano un simile oggetto, al di là di ogni riduzione di esso a tecnicismo o moralismo di sorta.

Si tratta di un volume di specifico interesse per psicologi, formatori, pedagogisti, insegnanti e educatori, oltre che per studiosi di scienze umane e per chiunque voglia riflettere sulla propria personale storia di formazione.

 

Riccardo Massa è direttore dell’Istituto di Pedagogia alla Statale di Milano. Per le edizioni FrancoAngeli ha curato L’adolescenza:immagine e trattamento, giunto ormai alla terza edizione, e La dispersione scolastica negli istituti professionali, un’indagine qualitativa svolta per conto dell’Irer insieme a Paolo Mottana e Maria Grazia Riva.

 

 

 

Indice

 

La clinica della formazione,
di Riccardo Massa
* Il “mondo della formazione”
* La progettazione formativa
* L’azione formativa
* “Mondo della vita” e materialità educativa
* La fenomenologia esistenziale
* Metodo clinico in medicina e in psicologia
* Alcune dimensioni dell’esperienza clinica
* Linguaggio, clinica ed ermeneutica
* Clinica della formazione e pedagogia
* Clinica della formazione e sapere psicoanalitico
* Il settig di una clinica della formazione
* L’articolazione deittica
* La latenza referenziale
* La latenza cognitiva
* La latenza affettiva
* La latenza pedagogica
Il congegno metodologico,
di Angelo Franza
* Lateres
* L’oggetto del discorso
* L’apparato deittico
* Il setting e il contratto
La deissi interna,
di Dante Bellamio, Massimo Ceriani, Donatella De Vita, Maria Grazia Riva
* Il lavoro sugli episodi e le schede di ancoraggio
* Un incontro mancato
* Fuori contratto
* Spaesamento
* Il fascino del docente
* La formatrice e i suoi fantasmi
* La formazione di un amore
* Competenza e bisogno
* La comparsa dell’imprevisto
* Rappresentazioni e affetti
La deissi esterna,
di Manuela Lavelli
* La scheda di ancoraggio e la trama del film
* Commenti al testo
* I modelli di comprensione
La deissi simbolico-proiettiva,
di Paolo Mottana
* Il materiale di ancoraggio, la traccia di intervista e il “paesaggio” prodotto dal gruppo”
* Commenti al testo
* Gli stili di “proiezione”
Congruenze e discrepanze,
di Manuela Lavelli, Paolo Mottana
* Comporre il puzzle
* Casi
* Un’esperienza di rispecchiamento

Lascia un Commento se vuoi contribuire al contenuto della informazione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.