PAOLA MARCIALIS (a cura di), Educare e Ricercare. Oltre la Fine della Pedagogia nella cultura contemporanea –  Franco Angeli, 2015

Autore
Paola Marcialis è pedagogista, socia fondatrice dell’Associazione Centro Studi Riccardo Massa e referente del Laboratorio Permanente. Il lavoro educativo:professione e formazione. Docente a contratto presso il Dipartimento di Scienze Umane per la Formazione «Riccardo Massa» dell’Università degli Studi di Milano-Bicocca, tra le sue pubblicazioni ricordiamo L’Arte della domanda. Il linguaggio sulla scena della Clinica della formazione (FrancoAngeli, 2005).
Prefazione
Questo testo è frutto dell’interesse condiviso in un gruppo di pratici e teorici dell’educazione a tornare a guardare con rinnovata attenzione il lavoro educativo contemporaneo. Lungi infatti dall’essere soppiantato da esigenze altre, il lavoro educativo è però mimetizzato e nascosto da istanze che lo rendono irriconoscibile, come sottoposto a «trazioni» di vario ordine che solo un paziente lavoro di ricerca può portare alla luce, riattrezzando uno sguardo pedagogico. Quel lavoro per cui è nato il “Laboratorio Permanente. Il lavoro educativo: professione e formazione” del Centro Studi Riccardo Massa. Le ricerche che Il Laboratorio ha realizzato nel suo primo progetto (2011-2013) hanno permesso di leggere pratiche plurali da cui l’educazione emerge di volta in volta come: pratica che dà ancora senso al desiderio professionale delle nuove generazioni di educatori; fondale di progetti culturali dedicati ai giovani, o reticolo di significati tesi tra servizi educativi formali e agenzie informali come le famiglie; terreno comune di azione professionale ma anche di coabitazione multiculturale nella costruzione di équipe multidisciplinari; luogo di difficile equilibrio tra l’istanza progettuale e quella di documentazione e valutazione; esperienza di qualità nelle riflessioni di attori educativi sociali del territorio e infine esperienza di secondo livello in cui, grazie al consulente pedagogico, genitori, figli, insegnanti e educatori si possono permettere di riflettere su pratiche e criticità dell’agire educativo. Alla fine di questo percorso, si evidenzia anche una possibile risposta alla domanda intorno al nucleo costitutivo del lavoro educativo: che cosa fa l’educatore professionale? E il pedagogista? Quale che sia la posizione da cui si indaga l’educazione, porsi continue domande di ricerca e imparare a «pensare il disordine » emergono non solo come apprendimenti circoscritti a questo percorso, ma anche come competenze pedagogiche trasversali delle professioni educative contemporanee.

Sorgente: Educare E Ricercare. Oltre La Fine Della Pedagogia Nella Cultura Contemporanea – Marcialis P.(Curatore) – Franco Angeli – Libro – HOEPLI.it


vai alla scheda dell’editore francoangeli

https://www.francoangeli.it/Ricerca/Scheda_libro.aspx?ID=22019&Tipo=Libro&titolo=Educare+e+ricercare.+Oltre+la+fine+della+pedagogia+nella+cultura+contemporanea

Lascia un Commento se vuoi contribuire al contenuto della informazione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.