Minori: dalla segnalazione al decreto, dal blog saperesociale.com

Nella quotidianità del lavoro sociale con le famiglie in difficoltà, le azioni di protezione nei confronti dei bambini e dei ragazzi tendono a evitare il ricorso a misure di allontanamento, nella convinzione che sia più utile e benefico per tutti sostenere il contesto familiare dei minori piuttosto che sostituirlo, salvo i casi di comprovata gravità.

Spesso, inoltre, l’opinione pubblica si immagina che l’allontanamento dei minori sia una misura decisa in modo arbitrario ed estemporaneo, come se fosse frutto del capriccio o delle idiosincrasie dell’operatore di turno. In realtà è una scelta ben soppesata, che viene messa in atto all’interno di un processo ben definito e che prevede il coinvolgimento di diverse figure, tra cui l’autorità giudiziaria.

Appurato dunque che non si arriva a un decreto del Tribunale dalla sera alla mattina, resta da capire quali sono i passaggi che portano a un simile provvedimento.

Sapere sociale

tutela minori assistente sociale *

L’assistente sociale che “porta via i bambini” è più uno spettro che anima l’immaginario collettivo che non una rappresentazione di ciò che avviene realmente. Nella quotidianità del lavoro sociale con le famiglie in difficoltà, le azioni di protezione nei confronti dei bambini e dei ragazzi tendono a evitare il ricorso a misure di allontanamento, nella convinzione che 

View original post 1.333 altre parole

2 commenti

  1. Avendo lavorato nel campo sinceramente non saprei che partito prendere. Ci sono casi in cui l’allontanamento è una necessità reale e valida, dall’altra invece ci sono situazioni che potrebbero essere gestite semplicemente ricordando che i bambini hanno sempre la precedenza e che vanno preservati nella loro infanzia.

    Mi piace

    • buonasera. il post che ho rilanciato è di una assistente sociale che lavora con professionalità in un comune. sono processi di servizio delicati da prendersi con capacità professionale. e l’assistente sociale, in questi casi lavora con il magistrato. è un tipico caso di collaborazione interistituzionale da svllgere secondo il principio dell’interesse del minore, così come dice il diritto minorile. grazie per il commento

      Mi piace

Lascia un Commento se vuoi contribuire al contenuto della informazione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.