La cura incarnata: prendersi cura della fragilità attraverso nuovi sguardi, di di Elisabetta Orlandini, Maggioli editore, 2018. Indice del libro

E-book scaricabile
di Elisabetta Orlandini

Il passaggio dal curare al prendersi cura implica pensare al corpo non in termini anatomo-funzionali, ma come un corpo soggetto, portatore di storia, vissuti, memorie.
Pensare al corpo attraverso categorie diverse permette di ri-pensarsi e ri-pensare alla relazione di cura e alla fragilità con sguardi nuovi.
La cura è una relazione tra soggettività incarnate.
Il corpo del paziente e il corpo dell’operatore si incontrano all’interno della scena.

Acquista on line
Cambiare paradigmi della cura per un’individualizzazione degli interventi
1.1. L’esercizio del sentire
1.2. La cura incarnata
1.3. Il partire da sé
2 L’unità corpo-mente-relazione
2.1. I riferimenti disciplinari
2.2. Le funzioni psicocorporee
2.2.1. Dialogo tonico-emozionale
2.2.2. L’immagine corporea
3 Divenire anziani: le trasformazioni del corpo nel percorso evolutivo
3.1. La passività attiva
4 Corpo a corpo: la relazione di cura e che cura
4.1. L’empatia
4.2. Formarsi al sentire attraverso il lavoro corporeo
4.3. L’arte dell’attenzione
5 In conclusione

Elisabetta Orlandini
Fisioterapista, psicomotricista e consulente filosofica. Ha seguito negli anni percorsi di formazione personale e professionale sui temi del corpo e della cura, dalle tecniche di rilassamento alla danzamovimentoterapia. È stata per diversi anni direttore delle attività didattiche del Corso di laurea in fisioterapia dell’Università degli Studi di Brescia. Attualmente coordina un presidio riabilitativo. È professore a contratto in metodologia della riabilitazione, deontologia professionale, didattiche delle attività motorie ed ha condotto laboratori su la Comunicazione e la relazione terapeutica e su la Complessità nella senilità presso diversi corsi di laurea delle professioni sanitarie dell’Università degli Studi di Brescia. È professore a contratto presso il Corso di specializzazione per infermieri di famiglia e comunità della Scuola Provinciale Superiore di Sanità Claudiana di Bolzano con il corso Il corpo e la cura, condotto in collaborazione con un gruppo di ricercatrici dell’Università degli Studi di Verona coordinato dalla professoressa Rosanna Cima.

Novembre 2018

via La cura incarnata: prendersi cura della fragilità attraverso nuovi sguardi

Lascia un Commento se vuoi contribuire al contenuto della informazione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.