In Umbria non sarà più permesso l’aborto farmacologico e in day hospital, 16 giu 2020

Umbria, niente più aborto in day ospital
In Umbria non sarà più permesso l’aborto farmacologico e in day hospital. Per le donne che intendono sottoporsi all’interruzione volontaria della gravidanza sarà necessario programmare un ricovero in ospedale di almeno tre giorni. È quanto stabilito da una delibera della giunta guidata dalla leghista Donatella Tesei che ha abrogato una decisione presa dalla precedente amministrazione di centrosinistra. Come spiega Del Frate sul CdS, «la legge 194 prevede da un lato che l’aborto debba essere effettuato solo dietro ricovero ospedaliero ma dall’altro che le singole regioni possano organizzarsi in maniera differente. L’opportunità era stata colta dall’Umbria guidata da Catiuscia Marini nel 2018: era stata introdotta la possibilità di abortire grazie alla pillola RU 486 entro la settima settimana di gravidanza ed era stato chiesto agli ospedali di organizzarsi in modo che le donne potessero effettuare l’interruzione della gravidanza grazie a una prestazione di day hospital o anche grazie a un servizio di assistenza domiciliare. La nuova giunta di centrodestra di Donatella Tesei ha cancellato questa possibilità interpretando in maniera più restrittiva la legge 194».

Lascia un Commento se vuoi contribuire al contenuto della informazione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.