Paolo Ferrario, BIBLIOGRAFIA e modalità di esame: POLITICHE SOCIALI II, LM Scienze pedagogiche, Università di Milano Bicocca, 2013-2014

HOME FORMAZIONE DISPENSE BIBLIOGRAFIE LEGISLAZIONE BLOG AUDIO PAGINE

MODALITA’ DELL’ESAME di POLITICHE SOCIALI II

Università di Milano Bicocca/Laurea Magistrale in Scienze pedagogiche, 2013/14

docente: Paolo Ferrario

 

In premessa consiglio di andare al seguente link relativo all’ultima lezione del corso che ho sviluppato fra Ottobre e Dicembre 2013 e che contiene il:

In questa scheda illustro le modalità di esame e do qualche consiglio metodologico per la sua preparazione.

La prova finale consiste nella

  • scrittura di un testo sulla base dello studio di due libri
  • e in un successivo ed eventuale colloquio orale di esame.

Le modalità di costruzione ed invio del testo scritto sono indicate in questo diagramma:

L’esame consiste nella

scrittura di un testo

e in un successivo ed eventuale colloquio orale di esame

Lo scritto (in un formato leggibile) andrà inviato a  paolo.ferrario@email.it  entro la settimana precedente alla date di esame.

Il testo scritto sarà verificato e valutato in rapporto agli specifici risultati di apprendimento scientifico e professionale attesi per questo corso:
• conoscenza e comprensione dei seguenti aspetti delle politiche sociali: contesti storici della costruzione delle politiche; fondamentali regole legislative; struttura istituzionale ed organizzativa del sistema dei servizi
• capacità di applicare conoscenze e comprensione per: mettere a punto alcuni paradigmi interpretativi del funzionamento delle politiche sociali; suggerire un metodo per l’autonomo studio ed approfondimento della struttura e dei processi operativi dei servizi anche in riferimento alle tendenze socioeconomiche attuali”

A titolo esemplificativo il testo scritto potrà assumere une delle seguenti forme:

  • la autonoma rielaborazione di una o più parti del corso, attraverso gli appunti delle lezioni, le dispense e le audio lezioni e i due testi studiati;
  • una schedatura (anche per parti mirate) dei due testi scelti per la preparazione avendo cura di integrarla con i contenuti delle lezioni;

  • una mappa cognitiva avente per oggetto i libri e le dispense del corso, con descrizione della sua struttura e relativi contenuti e integrata con i contenuti delle lezioni;

  • un capitolo del proprio progetto di tesi di laurea magistrale (nel caso sia già in elaborazione), sempre purchè abbia per oggetto i contenuti del corso e che sia integrata con i contenuti delle lezioni

  • una rielaborazione di eventuali materiali professionali (documentazioni di servizio, relazioni tecniche, carte dei servizi, piani di lavoro, progetti in itinere, …), purché siano in connessione con i contenuti del corso e i due libri d’esame

  • una Dispensa scritta secondo le modalità già sperimentate nei materiali didattici elaborati dal docente per il corso

Il testo si configura, di fatto, come una “esercitazione didattica scritta” e deve seguire i criteri di una scrittura professionale:

  • titolo e sottotitolo che chiarisca i contenuti trattati
  • paragrafi che perseguono una griglia argomentativa
  • testo supportato da citazioni al suo interno e riportate a piè pagina
  • bibliografia finale (titolo dei libri/titolo, editore, pagine)

consigli per lo studio formativo orientato alla scrittura sono i seguenti:

1. scegliere prima il libro di interesse personale fra quelli indicati nella successiva bibliografia tematica (che potrà anche essere usata come base di partenza per le tesi)

  1. Studiare i capitoli del manuale di formazione Paolo Ferrario, Politica dei servizi sociali
  • studiare le dispense e ascoltare le audiolezioni (se disponibli: non le ho realizzate tutte) che si ritengono più interconnesse al tema di studio

  • costruire una propria mappa concettuale del testo che si intende scrivere

  • costruire la scaletta provvisoria (che è sempre mutevole nel processo di scrittura)

  • scrivere i paragrafi (unità testuale che va da un “a capo” all’altro)

  • organizzare il testo nel quadro del proprio personale asse argomentativo

  • In caso di interesse metodologico, rimando a un mio  scritto sulla scrittura professionale:

    Ricordo che i “concetti essenziali” del corso sono:

    1. il metodo dei paradigmi;
  • i contenuti della riforma costituzionale del 2001 ed i suoi effetti sulle politiche dei servizi.

  • Possibilmente tali concetti devono essere integrati nel testo, a dimostrazione dello studio effettuato sui materiali formativi che supportano il corso.

    Non ci sono particolare criteri di lunghezza del testo. L’esperienza di 40 anni nell’adottare tale modalità mostra in tutta evidenza che il limite minimo per fare capire un ragionamento è di almeno 10 pagine.

    Prima invierò a ciascuno, via email, una scheda di verifica e valutazione qualitativa imperniata sulla seguente griglia di valutazione affinata su 8 sotto-criteri e l’eventuale presenza alle lezioni
    1. Conoscenza e comprensione
    coerenza e pertinenza in rapporto agli obiettivi del corso
    uso dei concetti metodologici fondamentali (linguaggi; definizioni; sviluppi concettuali …)
    complessità del tema scelto
    queste variabili contribuiscono al punteggio finale da 0 a 4 punti
    2. capacità di applicare conoscenze e comprensione per:
    lo studio, utilizzo delle fonti di studio utilizzate
    appropriazione ed uso degli strumenti fondamentali di analisi teorica e professionale sviluppati nel corso
    capacità di cogliere i nuclei essenziali dei diversi paradigmi metodologici che consentono l’analisi delle politiche sociali
    queste variabili contribuiscono al punteggio finale da 0 a 4 punti
    3. Capacità culturali e professionali in riferimento a:
    originalità e “personalizzazione” dell’argomento individuato e trattato nella relazione;
    attenzione nel “leggere” i rapporti fra le politiche sociali ed i loro effetti sulle organizzazioni, sull’offerta di servizi e sulle competenze professionali necessarie ad agire in queste reti
    queste variabili contribuiscono al punteggio finale da 0 a 4 punti

    1. Presenze
      sono rilevate in modo informale durante le lezioni e contribuiscono alla valutazione finale del testo fino a 3 punti

    Nel quadro di tale metodo di valutazione d’esame entra anche in gioco la presenza alle lezioni, che sarà oggettivamente presa in considerazione tramite una informale raccolta tramite firma agli incontri di lezione.

    Nella valutazione qualitativa articolata in sufficiente (18-21); medio 22-24; buono (25-27), ottimo 28-30), ci sarà anche una pre-valutazione quantitativa in trentesimi.

    Nel caso la studentessa o lo studente accettasse la pre-valutazione quantitativa in trentesimi potrà darne esplicita conferma inviando a paolo.ferrario@email.it la seguente comunicazione:

    “Io, cognome e nomenumero matricola, accetto la valutazione (indicare il voto) per la tesina dal titolo … ”

    Ricevendo tale comunicazione, la allegherò al testo e la considererò come una certificazione valida per accreditare l’esame nella giornata in cui voi siete iscritte ed iscritti.
    Nel caso la studentessa/studente, invece, volesse migliorare la valutazione quantitativa potrà farlo in sede di esame orale nella giornata di esame.

    L’oggetto del colloquio verrà indicato nel messaggio che invierò dopo la lettura della tesina e contenente la valutazione qualitativa e la pre-valutazione quantitativa.

    In ogni caso sarò presente nel giorno degli esami per colloqui formativi sul ruolo delle politiche sociali nel lavoro professionale
    grazie per l’attenzione

    buon studio per questo esame e buona formazione complessiva

    cordiali saluti

    Paolo Ferrario

    Lascia un Commento se vuoi contribuire al contenuto della informazione

    Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

    Logo di WordPress.com

    Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

    Google photo

    Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

    Foto Twitter

    Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

    Foto di Facebook

    Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

    Connessione a %s...

    Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.