PACTA SUNT SERVANDA. La Grecia è stata messa in ginocchio, tra gli altri, dagli stessi greci, da Le notizie del 18 Aprile 2015 a cura di Giorgio Dell’Arti

è più probabile che la Grecia salti per aria. Ed è per questo che le Borse scendono e lo spread sale. Ma che accadrà al resto d’Europa a quel punto?

Gli esperti dicono che oggi il sistema reggerebbe, nonostante contraccolpi non indifferenti soprattutto sulle finanze degli stati. In questi anni, infatti, le banche hanno alleggerito la loro esposizione verso la Grecia. Nel 2008 il sistema creditizio aveva crediti verso Atene di 200 miliardi, all’inzio del 2012 i soldi che i greci dovevano restituire alle banche europee erano ancora 62,6 miliardi, oggi infine siamo ad appena 18,6 miliardi, una cifra che non può provocare terremoti(irrisoria anche l’esposizione italiana, oggi di appena  1,22 miliardi, 6,86 nel 2009). Per gli Stati invece il colpo sarebbe grave: si tratterebbe di mettere una croce su 194,7 miliardi e, relativamente all’Italia, su 40,8 miliardi di euro. Non poco, ma la questione è che, per tenere in piedi la Grecia, dovremmo forse tirare fuori altri soldi, trovandoci magari tra qualche mese con un’esposizione più grave di quella attuale. Tra le altre conseguenze da temere c’è anche quella della fuga dei capitali dalle banche dei paesi deboli verso le banche tedesche. La Grecia è stata messa in ginocchio, tra gli altri, dagli stessi greci che da molti mesi preferiscono tenersi gli euro sotto il materasso piuttosto che nei conti correnti.  

….

da

Le notizie del 18 Aprile 2015.

4 commenti

    1. sono un partitaivista. e ogni volta che emetto una mia fatturina qualcosa va ai debiti contratti dalla grecia. non c’è alcuna giustizia retributiva in ciò. pacta sunt servanda: avevano fatto un patto . non hanno pagato i debiti . l’italia (che non naviga in buone acque sia nel mercato che nelle tasse ) deve pagare i vizietti erotici del professor Varoufakis. quanto al suo articolo: i tedeschi erano un po’ stanchini di pagare il costoso welfare greco. questo è quello che penso sulla base delle informazioni che ho raccolto. quanto a questo post ho riportato una cronaca (estremaamnte precisa ) del giornalista dell’arti. grazie per l’attenzione

      "Mi piace"

    2. L’Italia paga lo sventurato piano di salvataggio. Prima che la Troika decidesse di comprare il debito dei singoli Stati l’Italia era impegnata per 7 miliardi, che ora sono 40 grazie all’adesione obbligata al Fondo Salva-Stati.
      La crisi greca non è dovuta al welfare ma ai trucchi contabili fattida Nuova Democrazia e autodenunciati dal nuovo governo nel 2009.
      Ovvio che chi sbaglia paga, ma fino ad un certo punto. Ed è lo stesso criterio che fu applicato alla Germania e che ora la Germania non vuole applicare.

      "Mi piace"

  1. le ripeto che ad ogni fatturina ivata io devo pagare i brindisi con le olgettine del ministro Varoufakis. quanto alle loro riforme ho letto con attenzione questo articolo tratto da noisefromamerika https://mappeser.com/2015/03/11/la-lettera-tragicomica-del-governo-greco-da-noisefromamerika/. il caso grecia è quello del totale fallimento di una classe politica che non faceva pagare le tasse neppure agli armatori greci, spenado che apagare il conto fosse la merkel

    "Mi piace"

Lascia un Commento se vuoi contribuire al contenuto della informazione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.