La precaria di 62 anni, da La Stampa diretta da Mario Calabresi, 12 novembre 2015

La precaria di 62 anni 
Ieri sera ci è arrivata una lettera che meritava la prima pagina. Ci ha scritto una signora di 62 anni, Rosanna D’Alessio: a quarant’anni di distanza dal conseguimento dell’abilitazione, è stata assunta come insegnante. “Ho due figli e una nipotina e devo confessare che quando ho letto la comunicazione ho pianto. Una commozione che deriva dal fatto che ormai non ci speravo più: ero convinta di andare in pensione da precaria”. La commozione della signora, per una volta, è tanto intima quanto pubblica. È di tutti noi, delle nostre madri e amiche e zie insegnanti d’Italia.

un estratto della lettera della professoressa Rosanna D’Alessio:

Ora, invece, la consapevolezza di poter affrontare un anno scolastico per intero, partire dall’inizio e portare gli alunni fino alla fine dell’anno, mi dà un rinnovato entusiasmo. Non vedo l’ora di iniziare questa nuova fase della mia carriera professionale che, anche se solo per un periodo di tempo limitato, la pensione non è poi così lontana, sono certa mi darà ancora tante soddisfazioni.

Lascia un Commento se vuoi contribuire al contenuto della informazione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.