Greta Thunberg vede Trump mentre arriva per il vertice delle Nazioni Unite sull’azione per il clima, 23 settembre 2019, frammento di video da The Guardian

108918649_p07p3zh8


È stata Greta Thunberg ad aprire i lavori del vertice sul clima dell’Onu che si propone di aggiornare l’accordo di Parigi del 2015 (limitare a 2 gradi l’aumento della temperatura del pianeta). La ragazzina ha attaccato tutti. Fra le lacrime ha ricordato ai leader del mondo: «Gli occhi delle future generazioni sono su di voi. Non vi lasceremo farla franca, il mondo si sta svegliando, e il cambiamento arriverà che vi piaccia o no». Ha parlato di sogni rubati, di gente che soffre e che muore, di ecosistemi che crollano. Intanto sono sessantasei i Paesi che si sono impegnati a raggiungere un’economia a zero emissioni di diossido di carbonio entro il 2050. L’Italia ha anche aderito alla Carbon Neutrality Coalition, che riafferma l’impegno a seguire la scienza. Altri sessantotto (non gli Usa) hanno promesso nuovi traguardi entro il 2020. Al vertice non erano presenti Brasile, Giappone, Arabia Saudita, Australia e Corea del Sud. A sorpresa, anche se in ritardo, s’è presentato Donald Trump. Il presidente ha preso posto accanto al suo vice Mike Pence e all’ambasciatore Usa all’Onu, Kelly Craft e ha applaudito l’intervento del presidente indiano, Narendra Modi.
Ieri il primo ministro russo Dmitrj Medvedev ha fatto sapere di aver firmato una risoluzione relativa alla ratifica dell’accordo di Parigi sui cambiamenti climatici: «È importante che il nostro Paese partecipi a questo processo: la minaccia dei cambiamenti climatici potrebbe compromettere l’equilibrio ambientale, mettere a rischio lo sviluppo di successo di molti settori chiave, come l’agricoltura, e, soprattutto, la sicurezza della nostra gente che vive sul permafrost».

Al summit sul clima dell’Onu, Greta Thunberg punta l’indice contro i leader del Pianeta: “Mi avete rubato i sogni e l’infanzia con le vostre parole vuote”. Intesa fra 59 Paesi per ridurre le emissioni nocive del 45 per cento entro il 2030.


Il Corriere della Sera del 24.09.2019

Greta Thunberg, il carisma di giovinezza e ribellione

Vedendola piccola e sola, un anno fa, seduta fuori dal Parlamento a Stoccolma, nessuno avrebbe scommesso su di lei una corona svedese. Ora arringa il mondo alla seduta plenaria dell’Onu e porta nelle piazze milioni di persone.

Cos’ha Greta di tanto speciale? La prima chiave per decifrare il fenomeno Thunberg è la giovinezza. Secondo John Antonakis, che studia le dinamiche della leadership all’Università di Losanna, Greta ci affascina perché rappresenta quello che da giovani non siamo stati, il cambiamento che non abbiamo osato incarnare. È competente e carismatica in una misura inattesa per i suoi 16 anni, e questo contribuisce all’effetto sorpresa. Fa un uso sapiente delle metafore, che sono potenti strumenti linguistici, capaci di imprimersi nella memoria. Il carisma, in fondo, consiste nella capacità di portare avanti un’agenda unificando la psiche collettiva intorno ai propri valori.

Nel farlo Greta può permettersi il lusso della trasparenza: non si sforza di piacere a tutti, e non perde tempo con i suoi detrattori. Non si lascia distrarre dalle emozioni, ha un cervello ribelle alle convenzioni sociali e una determinazione incrollabile. Caratteristiche, queste, che si ritrovano spesso negli Asperger. Insomma Greta ha «un blend per la leadership quasi perfetto» e ha anche un’altra lezione da offrire: dimostra splendidamente che nello spettro autistico possono celarsi grandi talenti.

di Anna Meldolesi

Lascia un Commento se vuoi contribuire al contenuto della informazione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.