Categoria: Stati Uniti

Maurizio Molinari sulle ELEZIONI DI META’ MANDATO (midterm) negli Stati Uniti, in La Stampa, 8 novembre 2018


Le elezioni di metà mandato cambiano il volto del Congresso: per la prima volta tra i banchi di Capitol Hill siederanno cento donne. E non solo. Come scrivo nel mio editoriale “l’America si rivela un laboratorio di due opposte rivoluzioni”. E questo accade perché “la prima democrazia guidata da un leader […]

Il Senato statunitense ha respinto la proposta di legge per abolire l’Obamacare – 27 luglio  2017, TPI


Nel pomeriggio del 26 luglio, con 45 voti a favore e 55 contrari, il Senato statunitense ha bocciato il testo della proposta di legge che prevede l’abrogazione dell’Obamacare. Contro l’emendamento che avrebbe smantellato la riforma sanitaria voluta da Barack Obama hanno votato anche sette senatori repubblicani: Dean Heller  […]

I repubblicani non hanno la maggioranza per approvare la riforma sanitaria voluta da Trump – in TPI 19 luglio 2017


Stati Uniti – I repubblicani non hanno la maggioranza per approvare la riforma sanitaria. Dopo le prime defezioni anche altri due senatori repubblicani si sono opposti al disegno di legge. Viene rimandata così ancora una volta la riforma con cui Trump vorrebbe sostituire l’Obamacare Ancora una volta mancano i numeri per l’approvazione della […]

Circa 23 milioni di persone negli Stati Uniti potrebbero perdere l’assicurazione sanitaria nel giro dei prossimi dieci anni con la nuova riforma sanitaria proposta dai repubblicani, 26 maggio 2017


Stati Uniti – Circa 23 milioni di persone negli Stati Uniti potrebbero perdere l’assicurazione sanitaria nel giro dei prossimi dieci anni con la nuova riforma sanitaria proposta dai repubblicani. È quanto emerge da un’analisi del Congressional budget office (Cbo), l’Ufficio di bilancio del congresso, un’agenzia federale incaricata di fornire dati economici al Congresso sulle nuove […]

Francesco e Trump, l’incontro fra populisti che hanno tanto in comune, di Mattia Ferraresi, in Il Foglio 24 maggio 2017


Donald Trump ha incontrato Papa Francesco in Vaticano. Il presidente degli Stati Uniti, in compagnia della moglie Melania, della figlia Ivanka e del genero Jared Kushner ha poi visitato la Cappella Sisitina e la basilica di San Pietro. In seguito, Trump è stato ricevuto dal presidente della Repubblica Sergio […]

scontro tra due Americhe: l’America urbana e l’America rurale. E’ il grande “clash” tra questi due paesi, blu e rosso, a produrre Trump e il populismo di oggi – articoli segnalati da Marco Alfieri in Il Foglio, febbraio 2017


scontro tra due Americhe: l’America urbana e l’America rurale. E’ il grande “clash” tra questi due paesi, blu e rosso, a produrre Trump e il populismo di oggi Una situazione che ha completamente spiazzato le elite urbane e i liberal Usa, che non sanno come rapportarsi al ciclone Trump: ritirarsi […]

Donald Trump ha prestato giuramento come 45° presidente degli Stati Uniti, 20 gennaio 2017, da Il Foglio


  Donald Trump ha prestato giuramento come 45° presidente degli Stati Uniti, assumendo ufficialmente le sue funzioni. “Ridiamo il potere al popolo, sradicheremo il terrorismo…” La storia delle cerimonie di insediamento a Capitol Hill, l’equivalente repubblicano di un’incoronazione regale. Tutte le promesse che Trump ha detto di voler mantenere nel suo primo giorno da […]

A pochi giorni dalla fine della sua presidenza, Barack Obama apre un doppio fronte diplomatico: dopo lo schiaffo della risoluzione Onu contro gli insediamenti israeliani, il Segretario di Stato Kerry rincara la dose contro l’alleato di Gerusalemme mentre la Casa Bianca si prepara a varare sanzioni economiche e diplomatiche contro la Russia, su La Stampa – Direttore, 29 dicembre 2016


A pochi giorni dalla fine della sua presidenza, Barack Obama apre un doppio fronte diplomatico: dopo lo schiaffo della risoluzione Onu contro gli insediamenti israeliani, il Segretario di Stato Kerry rincara la dose contro l’alleato di Gerusalemme mentre la Casa Bianca si prepara a varare sanzioni economiche e […]

Usa2016 – l’elezione del Presidente americano avviene su base federale. Ad ogni Stato è attribuito un punteggio (sostanzialmente proporzionale alla popolazione residente): il candidato che prevale in quello Stato guadagna tutti i punti di quel territorio (winner takes all, chi vince prende tutto)| da l’Unità TV, novembre 2016


Ricordiamo intanto che l’elezione del Presidente americano avviene su base federale. Ad ogni Stato è attribuito un punteggio (sostanzialmente proporzionale alla popolazione residente): il candidato che prevale in quello Stato guadagna tutti i punti di quel territorio (winner takes all, chi vince prende tutto). I punti assegnati sono […]