Pensioni

La pensione rapita..?, dal blog di Claudio Negro, 23.11.2017

 

….

né i diritti fondamentali né le condizioni di vita sono messe in discussione. A dire le verità trovo difficile comprendere l’accanimento dei sindacati per una questione che ha un impatto concreto del tutto marginale per i lavoratori, e nell’orizzonte di 4-5 anni, per un numero molto limitato di loro. Così come l’affannarsi del Governo ad offrire limature del provvedimento. Abbiamo rischiato una bella guerra per qualche mese avanti e indietro per qualche migliaia di pensionandi. Manco la Secchia Rapita..!

Buffa poi l’argomentazione insinuata, che sa vagamente di scie chimiche, per cui non è attendibile la statistica sull’aspettativa di vita: sembra quasi che sotto sotto alligni una vaga speranza che la speranza di vita diminuisca!

C’è da rallegrarsi che la maggioranza dei Sindacati non abbia spinto fino in fondo il ricatto dello stato di agitazione in pieno periodo elettorale, e che il Governo abbia scelto di non ripetere la capitolazione accettata per i Voucher!

Ma la scelta di lotta della CGIL, è evidentemente non tanto per i 5 mesi e relative limature, quanto per la questione di fondo (il problema è sempre a monte, nella storia culturale della sinistra). La questione di fondo è relativa al fatto che saranno 5 mesi in più nel 2019, ma poi ce ne saranno verosimilmente altri alle successive verifiche statistiche circa l’aspettativa di vita.

Si tratta di un meccanismo finalizzato a tenere in equilibrio entrate contributive e uscite per pensioni: se vivi più a lungo dovrai versare più contributi, quindi lavorare più a lungo, per pagarti una pensione che durerà più tempo. L’alternativa è che i giovani versino più contributi (per pagare la pensione e te, non a loro stessi).

per l’intero testo vai a:

La pensione rapita..? su claudio negro

Categorie:Pensioni

Lascia un Commento se vuoi contribuire al contenuto della informazione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.