il sistema di GESTIONE delle IMMIGRAZIONI in AUSTRALIA – scheda nel blog Increspature, 31 marzo 2019

 

  • programmi sull’immigrazione cambiano in base alle necessità economiche e sociali del paese. Infatti alcuni lavori facilitano l’ingresso nel paese altri lo rendono molto difficile.
  • Non puoi lavorare con visto turistico e se infrangi le regole vieni rispedito a casa e non puoi ritornare in Australia per qualche anno e successive richieste per avere il visto turistico verranno difficilmente accettate. In questo modo si tiene sottocontrollo chi entra e chi esce nel paese.
  • Per aprire un’attività la cosa è complessa e devi avere alcuni requisiti tra cui: alto livello di lingua inglese, fare un investimento minimo di 200.000 dollari nella vostra attività e fare un fatturato entro due anni di almeno 300.000 per avere un visto permanente ed un’età massima di 55 anni.
  • Per lavorare devi avere dei requisiti: superare esami di lingua, titoli di studio, media di studi alta, esperienza sul lavoro. Se sei indispensabile per l’azienda vieni assunto a tempo indeterminato altrimenti vieni rimandato indietro.
  • Per studiare richiedono alti livelli di lingua e di voti.
  • Non accettano i parenti degli immigrati pensionati e ciascuna persona deve sborsare 50.000 dollari. Questo perchè il governo non vuole persone da mantenere e che non contribuiscono all’economia del paese.

vai alla intera scheda

Stop immigrazione semi-legale – Increspature

Lascia un Commento se vuoi contribuire al contenuto della informazione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.