LA CORRUZIONE IN ITALIA, analisi del fenomeno, profili internazionali e proposte di riforma, a cura del Governo italiano/Ministero per la pubblica amministrazione/Commissione per lo studio e l’elaborazione di proposte in tema di trasparenza e prevenzione della corruzione nella pubblica amministrazione

LA CORRUZIONE IN ITALIA, analisi del fenomeno, profili internazionali e proposte di riforma, a cura del Governo italiano/Ministero per la pubblica amministrazione .Pdf

Reggio Calabria, sciolto il Comune per “contiguità” con organizzazioni mafiose. Contro la decisione del governo si scaglia Jole Santelli, deputato calabrese del Pdl (partito delle LORO libertà), che parla di “scelta politica punitiva e umiliante” – da Il Fatto Quotidiano

Il Consiglio dei ministri ha deciso all’unanimità lo scioglimento del Consiglio comunale di Reggio Calabria. Lo ha annunciato il ministro dell’Interno,Anna Maria Cancellieri, durante una conferenza stampa a palazzo Chigi. “Non è uno…

Massimo Cacciari: Formigoni dovrebbe dimettersi. Ma di sua iniziativa non lo farà mai: resterà lì fino al 2015, a meno di un intervento pesante della magistratura. Questo è paradossale: nel nostro Paese purtroppo è sempre qualcosa di estraneo alla politica a determinare i cambiamenti”

«Certo che Formigoni dovrebbe dimettersi. Ma di sua iniziativa non lo farà mai: resterà lì fino al 2015, a meno di un intervento pesante della magistratura. Questo è paradossale: nel…

il senatore del PD Luigi Lusi e la profezia di Catone. Iscritto al registro degli indagati il senatore del Partito Democratico Luigi Lusi per il reato di appropriazione indebita: responsabile di aver sottratto per interessi “privatissimi” e “immobiliari” poco meno di 13 milioni di euro dal conto del partito di cui era il tesoriere

ammoniva CATONE: "Si vitam inspicias hominum, si denique mores, cum culpam alios, nemo sine crimine vivit":  Guardali, gli uomini, come vivono, mentre biasimano gli altri: nessuno è senza colpa.  Catone,…

non dimenticare che i radicali e il PDL (partito delle loro libertà) erano CONTRARI all’arresto del capo del Pdl campano, che (secondo la magistratura) è direttamente collegato alla camorra napoletana. la Camera salva il “referente nazionale del clan dei Casalesi”. Decisiva la Lega e i radicali. Un insulto alla giustizia ed alla legalità

non dimenticare che i radicali e il PDL (partito delle loro libertà) erano a favore del capo del Pdl campano e (secondo la magistratura) direttamente collegato alla camorra napoletana. Dire…