Biografie

SCRIVERE L’ESPERIENZA DI MALATTIA STRUMENTI E STRATEGIE OPERATIVE PER I PAZIENTI E PER I PROFESSIONISTI DELLA CURA, seminario a cura di Lucia Zannini e Micaela Castiglioni, Libera Università dell’Autobiografia, 5 – 7 maggio 2011

5 – 7 maggio 2011
seminario a cura di Lucia Zannini e Micaela Castiglioni

SCRIVERE L’ESPERIENZA DI MALATTIA
STRUMENTI E STRATEGIE OPERATIVE PER I PAZIENTI E PER I PROFESSIONISTI DELLA CURA

ABSTRACT
Da diversi anni la scrittura di sé viene utilizzata come terapia complementare nel trattamento di svariate malattie (therapeutic writing), soprattutto nell’ambito della cronicità. Alcuni studi documentano l’efficacia – e, in alcuni casi, anche i costi contenuti – della scrittura autobiografica nella riduzione di sintomi sia fisici, che psichici, di diverse malattie. Per questo motivo, nei contesti sanitari, alla scrittura viene spesso riconosciuto un carattere terapeutico.
La scrittura terapeutica di sé viene ormai utilizzata negli ambiti più disparati: da quello di chi vive l’esperienza della nascita (puerpere) a quello di chi si avvicina alla morte (pazienti terminali); da quello di chi vive l’esperienza della sofferenza psichica (pazienti con disturbi ansiosi o depressivi) a quello di chi è afflitto patologie fisiche anche gravi e invalidanti (artrite reumatoide, asma, diabete, solo per citarne alcune).
Il seminario, rivolto non solo a tutti i professionisti della cura (educatori, infermieri, medici, psicologi ecc.), ma anche ai pazienti, nonché ai loro caregivers e ai volontari, si propone di esplorare gli strumenti più adatti alle diverse tipologie di pazienti per attivare forme di scrittura terapeutica, a supporto delle terapie convenzionali.
Poiché non è possibile proporre la scrittura di sé senza averla prima sperimentata in prima persona, nel seminario verranno attivate alcune forme di scrittura da proporre poi, riadattandole, tanto agli operatori che ai pazienti, al fine di migliorare la qualità delle cure.

OBIETTIVI
Al termine del seminario i partecipanti saranno in grado di:

  • illustrare il senso generale delle pratiche autobiografiche nell’educazione in età adulta
  • connettere il lavoro autobiografico con le pratiche di cura di sè
  • illustrare la cornice all’interno della quale si collocano le pratiche di scrittura autobiografica nei contesti sociosanitari (medicina narrativa)
  • spiegare il significato che le pratiche autobiografiche hanno per i professionisti della cura (apprendimento riflessivo)
  • spiegare il significato che le pratiche autobiografiche hanno per i pazienti
  • utilizzare alcuni semplici strumenti per facilitare la scrittura autobiografica dei pazienti
  • abbozzare un progetto formativo/educativo basato sulla scrittura autobiografica, rivolto a pazienti

CONTENUTI SPECIFICI
Per raggiungere gli obiettivi sopra indicati, il seminario affronterà il tema dell’autobiografia in età adulta e illustrerà il modello della medicina narrativa. Verranno analizzate alcune modalità per attivare la scrittura con gli operatori sanitari. Verrà poi proposto un modello processuale per la scrittura dell’esperienza di malattia e verranno analizzati, mettendo in luce i pro e i contro, i diversi modelli operativi di scrittura di sé (scrittura proposta dall’operatore sanitario versus da un esperto esterno alla relazione terapeutica; lavoro individuale versus condivisione in gruppo). Verranno poi analizzate le differenti pratiche di scrittura dei pazienti, collegandole alle diverse esperienze di malattia per le quali sono più indicate. Saranno infine considerati alcuni effetti della scrittura su talune tipologie di pazienti, a partire da quanto documentato dalla letteratura internazionale.

INDICAZIONI METODOLOGICHE
Il seminario avrà carattere altamente interattivo. Sono previsti diversi esercizi di scrittura individuale e momenti di condivisione, sia a coppie che in gruppo.

DESTINATARI
Professionisti della cura  (medici, infermieri, fisioterapisti, educatori ecc.) e pazienti, nonché caregivers e volontari delle associazioni impegnate in ambito sociosanitario.
Non è necessario alcun prerequisito.

da: Libera Universita’ Autobiografia – 5 maggio 11 – L. Zannini e M. Castiglioni “Scrivere l’esperienza di malattia….

Lascia un Commento se vuoi contribuire al contenuto della informazione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...